Maurizio Manzo: Prima ancora

magazine.uc.edu

 

trasferita tra le dita

annerita la foto incenerita del volto

e tratteggi la vita accorciata sfumata

sul tuo viso pensando di ridere e vivere tutte le ombre scomparse

prima ancora la foto

si poteva vedere senza un soffio un sussulto

nel disfarsi il momento

si è rincorso veloce regredendo in timore ogni battito timido

prima ancora la vita

aggrediva abbracciando.

Annunci

6 pensieri su “Maurizio Manzo: Prima ancora

  1. E’ la versione personale dell’ “è subito sera”, e nella sera le ombre diventano lunghe
    ed è più difficile aggredirle o abbracciarle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...