Copylefteratura/Malos Mannaja

E’ nata Copylefteratura – biblioteca contro la commercializzazione del pensiero

Alexander Jansson

Se il mondo fosse un enorme centro commerciale, l’arte non esisterebbe.

www.copylefteratura.org

Il supermercato globale totale transustanziale ha contabilizzato ogni forma d’arte, con l’eccezione forse della detersione nasale manuale. Come dite? Beh, come più v’aggrada: con le dite a pinza, a scalpello, a uncino… in base all’ispirazione del momento. Come ridite? Ohi, non ridite, v’ho forse frainteso? Ah, intendevate che scaccolarsi il naso non è una forma d’arte? Allora, se è per questo, neanche la poesia lo è (se a scrivere non è Sanguineti, ma Bondi) e, parimenti, neanche la pittura lo è (se a disegnare sono io invece di De Chirico). Quindi tutto dipende dal come prende corpo il gesto artistico. Ad esempio, una bonifica bimanuale a-tutto-braccio della piramide nasale mentre si è alla guida d’un autoveicolo nel traffico cittadino, richiede un talento decisamente fuori dal comune. Mio cugino Lino (che di cognome fa Scacco), da bambino si scaccolava andando a letto e poi spalmava il muco sulla parete adiacente. Quando raggiunse l’adolescenza, veniva gente da tutta la regione per ammirare il muro affrescato: un’opera mirabile, sviluppo naturale del puntinismo di Seurat e Van Gogh.

Tutto ciò per dirvi che, probabilmente, tra poco il vuoto sullo scaffale sarà colmato dallo Scaccolatore Universale De Longhi, con impugnatura ergonomica e braccio telescopico tripartito a riprodurre il naturale articolarsi di falange, falangina e falangetta: “Dai scacco matto al prurito nasale: Scaccolatore Universale De Longhi, l’unico ficcanaso gra-dito!”.

Tutto ciò per dirvi che, probabilmente, internet e i social network, con il loro corollario di micro-post destrutturati e approssimativi, si vendono bene ma scivolano innocui a fior di pelle senza artigliare il nucleo polposo del bisogno che ci coglie quando la caccola sta lì e non vuol saperne di venire via.

Tutto ciò per dirvi che Copylefteratura non ha prezzo. Per tutto il resto, c’è Mastercard.

malos mannaja

copylefteratura – logo

13 thoughts on “E’ nata Copylefteratura – biblioteca contro la commercializzazione del pensiero

  1. Dovessero chiedermi dei miei scrittori preferiti, includerei, senza esitare, malos mannaja. Tra I primi autori che ho conosciuto sul web, da quando portava avanti un blog seguitissimo e si faceva chiamare Altrabetta. Chi conosce malos sa anche del suo impegno contro l’aria fritta e le parole in scatola; un “puro” che non si (s)vende e che ora lancia un sito/biblioteca interamente copyleft! Un bellissimo progetto, una nave che prende il mare: un brindisi al nostro malos!
    Abele

  2. A Copylefteratura a Malos
    un Mallarmè e il suo
    Brindisi

    Nulla, una schiuma, vergine verso
    solo a indicare la coppa;
    così al largo si tuffa una frotta
    di sirene, taluna riversa.

    Noi navighiamo, o miei diversi
    amici, io di già sulla poppa
    voi sulla prora fastosa che fende
    il flutto di lampi e d’inverni;
    una bella ebbrezza mi spinge
    né temo il suo beccheggiare
    in piedi a far questo brindisi
    solitudine, stella, scogliera
    a tutto quello che valse
    il bianco affanno della nostra vela.

    Buona rotta
    maurizio

  3. @abele: ecco, lo sapevo: m’hai scambiato per me stesso. purtroppo quello non sono io, sono un altro!! insomma, non prestate attenzione alle parole di abele (di questi tempi *vendere* è socialmente utile mentre *prestare* qualcosa è un attentato al pil), anche perché l’unica cosa vera che ha scritto nel suo commento è che non amo le parole in scatola, difatti preferisco quelle surgelate ché conservano meglio sia il sapore che il sapere. bacioni grossi. : )))
    @maurizio: m’allarmé! m’allarmé! è iniziata la guerra al copyright! : ) un abbraccio, fratello!
    @bumbimediapress: ebbenesì, rileggere cybbolo è un lusso e una lussuria… sei più che perdonata, sorella : )
    @marghealla: in effetti più che un logo è un biologo… : )
    @sonobruno: augh! : )

  4. Grandioso Maalox! Ci siamo arenati a quel progetto, ma ci disareneremo ancor più sdrenati! Compliments! Un bacione, Bro! P.S. Ah, oh, sono in Brazil! C’è pieno di pomodori qua! Ergo fai la sacca che ti aspetto!

  5. @Giancarlo Locarno: grazie. sono curioso anch’io, visto che per definizione ogni processo evolutivo è dominato da contingenza e casualità, quindi è irripetibile e imprevedibile. speriamo di contribuire all’entropia : ))
    @cristina: grazie! anche perché il progetto tanto è bello quanto è *stralunato* : ))
    @r.m.: ti metterò in contatto con mio cugino lino : ))). e d’altro canto, la creatività può cimentarsi sia con materiali nobili (bianchissimi blocchi di marmo) che con materiali di *scarto* (http://www.riciclarte.it)…
    @iole: i sensi sono cinque, altro che due o tre! :) difatti, meglio fare sensi che fare senso…
    @Nina Maroccolo: ebbensì, *condividere* è un atto che non ha prezzo. : )
    @g: io sono sempre qui. tu sei scomparso!!! ma in brasile c’è internet, no? mandami qualche pomodoro in attachment con la mail, ogni tanto : ))

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...