Don Tonino Bello/E-book Neobar/Edizioni Accademia di Terra d'Otranto/Poesia/Poeti per don Tonino Bello

Poeti per don Tonino Bello: Auguri scomodi

Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita, il sorpasso, il progetto dei vostri giorni, la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate…
Don Tonino Bello
*

Maternità giardino oro di Cristina Bove ©

*
neobar
E-book n. 5:

Poeti per don Tonino Bello – Auguri scomodi

*

In contemporanea con Antonella che legge la nostra Versione e i nostri Auguri presso la Comunità L’Aquilone di Flumini (Cagliari).

Alla comunità L’Aquilone, a noi tutti e a chi ci segue dedichiamo i nostri Auguri nel segno di don Tonino.

****

Poesia ai tempi di internet, dalla contemporanea alle foto dell’incontro: Antonella che legge la Versione di Giuseppe ai ragazzi dell’Aquilone. Buon Natale a voi tutti e fateci sapere se vi sono piaciute le poesie!

*

 

37 thoughts on “Poeti per don Tonino Bello: Auguri scomodi

  1. Pingback: Auguri Scomodi «

  2. Pingback: Poeti per don Tonino Bello: Auguri scomodi | simonetta bumbi

  3. Pingback: invito alla lettura di: « ancorapoesia

  4. Grazie al gruppo dei Poeti per don Tonino Bello! Grazie ad Abele per questo nuovo e-book “Auguri scomodi”!

    A tutti voi giungano i miei auguri più cari per un Natale sereno e un felice Nuovo Anno!

    Rosaria Di Donato

  5. Vorrei abbracciarvi tutti in un saluto pieno d’affetto e farvi gli Auguri (scomodi ma anche “morbidi”) per un Buon Natale e tutte le cose che vi stanno a cuore. Bellissimo l’e.book… un regalo nel ragalo di leggervi e poterlo donare!!
    Grazie Abele, generoso sempre con la tua preziosa e attenta presenza…

    Doris

  6. Il Natale festeggiato con voi e la poesia è qualcosa che pochi anni fa nemmeno potevo immaginare. Grazie a tutti e auguri (scomodi) di felicità, serenità e riflessione a tutti!

    Fernando

  7. Gli auguri o segni, indizi, presagi di cose future sono di solito “comodi”, cioè aderiscono materassi al nostro essere. Qui si è provato a “sformare” il nostro stare per liberarlo da schemi di festa centro commerciale e portarlo nei vicoli di un borgo friulano pulito dal freddo balcanico che stringe intorno al retorico fuoco che rincuora.

  8. Pingback: auguri insieme «

  9. Felice di esserci anch’io, grazie per l’ospitalità in un contesto così significativo ad Abele.
    Ci provo a fare i miei Auguri scomodi, chissà, ma vorrei per tutti tanta serenità e consapevolezza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...