Roberto Matarazzo: Francesco Cangiullo, per una notazione (estravagante?)

 

SERATA AL CHIAR DI LUNA CONTRO IL CHIAR DI LUNA. COCCHIA/CANGIULLO.

 

 

Francesco Cangiullo: per una notazione (estravagante?)

  Canzonettiere napoletano prima, poeta e figuratore poi, ideò un album, Alfabeto a sorpresa, (oggi tra le pubblicazioni più ricercate in assoluto sul mercato internazionale del modernariato antiquario) che è considerato tra i testi più originali elaborati in seno alle Avanguardie Storiche, nulla a invidiare ai libri stampati in U.R.S.S., nell’ambito della felicissima stagione rivoluzionaria o nella Francia, culla di tante correnti delle stesse Avanguardie.

  Me ne parlò a lungo il decano della Facoltà di Architettura di Napoli, il Prof. Carlo Cocchia, che, a sua volta, fu giovanissimo esponente delle Avanguardie in un giorno iniziato con un disbrigo burocratico (noioso), finito a parlare di Storia e Storie e varie amenità: con un sorriso amaro, e con occhi velati da pianto represso, mi accennò a questa sua vecchia conoscenza, e con l’ironia insita del gran Signore Napoletano, colsi un vago accenno di serate al fresco del Chiar di Luna a parlare male di romanticismi sterili e idioti, forse a riscoprire sensi di genuino Romanticismo non di maniera?

  Poi, ebbi modo di poter accedere alla collezione di un Avvocato partenopeo in cui, tra tele antiche e moderne di Autori di rilievo storico decisamente importante, una accoppiata curiosa assai: un acquerello di Giacinto Gigante, uno sguazzo di Francesco Cangiullo.

  Gigante: non so se Paul Klee, nel suo viaggio verso il sud del mondo, ove scoprì di essere pittore, ebbe modo di conoscere il suo universo timbrico, ma di sicuro alcune sfumature e giochi di colore di Gigante sembrano rivivere nei lavori successivi del Maestro svizzero-tedesco e sembra, poi, che questa raffinatissima tavolozza si riversi nel foglio di Cangiullo in cui una parolibera diviene poesia visiva, cosa che mi balenò, in simultanea, durante quella visita; Gigante ” Klee ” Cangiullo, tre Autori distanti anni luce l’uno dall’altro eppure mi diedero l’impressione di essere molto più vicini di quanto l’ufficialità critica potesse (può ?) consentire.

  Ora, a distanza di anni dagli eventi citati, quelle che erano (sono) mie impressioni (il gioco dei “tempi dei verbi” la dice lunga), quelle che furono le mie impressioni date dal racconto di Carlo Cocchia, accanto alla parete impreziosita dal duo Gigante-Cangiullo, mi pongono interrogativi circa la correlazione tra certa Accademia (Gigante è considerato un minore accademico, per inciso) e certa Avanguardia, (Cangiullo è esponente storico del Futurismo se non dimenticato, quasi) che poi sembrano alimentarsi a vicenda, almeno per certi aspetti; in altri termini mi piace molto pensare che quelle sfumature di una bellezza straordinaria, segnate da Gigante (inviterei Voi tutte e tutti al saper vedere oltre le apparenze un dipinto di questo napoletano da rivalutare, da idea di assoluto provincialismo ad una prima visione frettolosa, ma poi…), possano essere state rivissute-rivisitate da Paul Klee con altro linguaggio e poi raccolte poeticamente da Francesco Cangiullo nel suo delineare quella poesia visiva: con ironico fare, forse, l’Avvocato della Neapolis che amo non aveva teso a dimostrare (im)possibil stati correlativi tra ideativi immaginifici ?

  Ultima notazione: nella collezione citata, nella partizione inerente la biblioteca (odorosa di carta e carte), era presente un testo in-folio di modernariato svizzero degli anni intorno ai ’30-’40, appoggiato ad un leggio e aperto sulla riproduzione della (splendida) incisione di Klee: due uomini, l’uno credendo l’altro di rango superiore, si incontrano. E questa la dice lunga.

Roberto Matarazzo

5 pensieri su “Roberto Matarazzo: Francesco Cangiullo, per una notazione (estravagante?)

  1. Fantastico. Nel periodo più acuto della crisi storica del ‘900 la punta più innovativa della nosta cultura.

    PS: Roberto, malgrado tu sia un’artista estra-vagante, tu viaggi-non-vaghi-dentro la nostra storia di autentica.

    PSbis: Ci sei nel video? E chi sei?

  2. grazie abele per aver inserito questa mia notazione e grazie all’amico p. vitagliano, non, nel video non sono presente, resto un “solitario” che non ama più di tanto essere coinvolto nel pubblico tipo mostre eventi et similia, forseperchè vivo più o meno isolato, boh.. un saluto
    r.m.

  3. La sintesi Gigante ” Klee ” Cangiullo che Roberto Matarazzo ci propone è di tale intensa vitalità e fecondità da spingerci ad una rivisitazione del Futurismo se non ad un ritorno. La distanza spazio-temporale tra gli autori proposti è vinta proprio in nome di quella simultaneità che l’ avanguardia novecentesca intendeva attuare nell’ arte e nella vita. Il filmato è godibilissimo!

    Grazie per la proposta,

    Rosaria

  4. Si parlava di futurismo a proposito di Malos e Lapo, senz’altro e’ futurista il poeta che vi proporrò presto. In altre parole il futurismo è rimasto, ha lasciato tracce (per non parlare della sua grande fortuna all’estero e dell’investimento culturale di cui continua a godere). Che Cangiullo sia “quasi dimenticato” dimostra come al futurismo non sia stato pagato il debito dovuto, tenuto conto di quel filo rosso che ancora ci unisce, che è riuscito ad andare oltre il fascismo, la guerra, il noerealismo e i suoi fraintendimenti, avanguardie varie piu’ o meno credibili… Bene che legge il manifesto futurista non e’ una provocazione (per quanto raccapricciante la cultura bellica, figlia dei tempi, emerga) ma un riappropriarci della sua vitalità. Molto grato a Roberto per questo contributo.
    grazie e un caro saluto a tutti
    Abele

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...