E-book Neobar/Franco Corlianò/Poesia

Franco Corlianò: To Chortari

 prefiche

Edizioni Neobar
E-book n. 2, aprile 2010

Franco Corlianò

To Chortari – poesie e canzoni in griko

 

cliccare sul titolo qui in basso:

FRANCO CORLIANO’ To Chortari

9 thoughts on “Franco Corlianò: To Chortari

  1. ho letto e sono anch’io sbalzata in un altro tempo, in un’altra strada, in una casa dove le parole si potevano anche mangiare, nel senso che c’era la stessa sostanza nel dire e nel fare, c’era pulizia interiore anche se dovevi combattere con la durezza della vita.
    La miniera e l’esptrio erano all’ordine del giorno. Non c’era molto su cui contare- Il boom arrivò tardi e forse è proprio quel boom che ora causa il botto di questo disastro.
    Resta una scoperta questa lingua, questa traccia antica di una relazione con un popolo straniero, si fossero dimenticati di tutti quelli che sono stati qui, da queste parti! Grazie, per questa semplicità che è fuoco che scalda. fernanda

  2. Grazie Roberto, Mario e Ferni.
    Una lingua di un altro tempo, come dice Ferni, che sa di viaggi mare fame fino alle miniere, appunto, alla tragedia di Marcinelle. Ma e’ anche una lingua che ha tutta una sua luce e una sua musicalità.
    Franco parla del griko come la lingua che permette di parlare con Dio piuttosto che di Dio.
    Abele

  3. Un plauso a NEOBAR e a Franco Corlianò per l’avvincente proposta culturale. Viene da riflettere sul fatto che gran parte dei nostri termini dialettali, termini che – come tuttora nel caso del Siciliano – adoperiamo con naturalezza, con proprietà di significato, con i quali assolviamo egregiamente l’esigenza sociale della comunicazione, che fanno parte a pieno titolo del nostro odierno parlare, che sono pregni di attualità … non ci rendiamo forse conto, perché magari mai ci siamo interrogati in tal senso, che essi sono antichi di secoli quando addirittura non di millenni. Un cordiale saluto, Marco Scalabrino.

  4. Versi intensi e forti che ci trasportano in un vissuto intriso di sentimenti ed odori, speranze e nostalgia. L’ infanzia è vista come un “paradiso incontaminato” in cui si si è felici con poco e si esulta per la gioia degli affetti, dei giochi spensierati e…per le filastrocche della nonna. L’ amore è una forza vitale al pari della natura; i colori, i suoni sono eco di una dimensione immediata del vivere che è anche dolore, lacerazione per la partenza, per la morte. Il GRIKO , non soltanto una lingua preziosa, ma testimonianza di un modo di vivere, di un mondo.

    Rosaria Di Donato

  5. Non sapevo nemmeno che esistesse il Griko, è una bella lingua, molto materica e intrisa nella realtà.
    Si sente il suono greco e anche il dialetto salentino, e mi piace pensare che si mescolino anche parole degli italici preromani come messapi o iapigi. Come una città ricca di storia che conserva lo starto antico insieme a quello medievale e a quello moderno.
    Le poesie hanno una loro classicità, uno sguardo limpido di stupore quasi presocratico. L’allontanamento da casa è sentito come dolorosamente ineluttabile, forse si rivive lo stesso dramma che ha disperso allora i greci nelle colonie. Questo si esprime anche nei quadri, dove le figure hanno la solidità di una colonna dorica e trasportano una loro luce, il nero è nei contorni e nello sfondo che segnano il dolore e la spinta alla partenza.

  6. ehi! ma affascinanti! come giancarlo, non sapevo esistesse il Griko.
    poesie e canzoni dove i suoni mi sembrano mescolarsi alla terra, per così dire, impastarla.
    Per questo il lettore avverte tutto lo strappo viscerale quando i temi si fanno relativi alla emigrazione.
    mi piace in particolare
    PIANTO
    (Mio marito se ne va).

    davvero grazie Abele, e naturalmente all’autore, per le tue “chicche”

    ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...