SALVIAMO CINECITTA'

save cinecittà

http://www.savecinecitta.org/index.html

La paura di Abete fa…Venezia!

29 agosto 2012
Come già ampliamente divulgato oggi siamo a Venezia per manifestare in occasione dell’inaugurazione del Festival del Cinema.
Nei giorni scorsi, risultato di sudate riunioni tra Abete ed i suoi accoliti, il Presidente degli Studios ha inviato, alle sigle sindacali CGIL, CISL, UIL ed UGL e non alle RSU di Cinecittà, una accorata lettera nella quale chiedeva di evitare di andare a manifestare a Venezia. Come se nulla fosse continua a chiedere, pretendere a battere i piedi come i bambini…ma non ha assolutamente proposto una contropartita per evitare la pacifica invasione del Red carpet del Lido.

Continua qui

 

About these ads

2 thoughts on “save cinecittà

  1. Da parte di Nina (grazie!):
    *
    I fari non possono spegnersi, perché queste persone sono da 62 giorni al Presidio prima sotto il caldo, e ora sotto la pioggia. Stanno lì, dentro e sotto le tende. Stanno lì, come fossero ”accattoni”. Avendoli conosciuti [e dal 28 luglio in contatto giornaliero con loro], posso dire che stanno facendo il possibile per salvare il loro lavoro e gli Studios.
    Ora come ora c’è molto più movimento intorno a loro: filmati, passaggi televisivi, interviste, volenterosi, petizioni, articoli dall’estero, solidarietà, Venezia… ed è un bene.
    Ci sono voluti 62 giorni, però.
    Ci sono, ancora soli: un poco meno, va’…

    Abete dice: ”Cinecittà è deprimente”.

    La sua decadenza la conosciamo.
    CINECITTA’ potrebbe rinascere se solo fosse ristrutturata.
    Sta cadendo a pezzi. A pezzi i vecchi studi; a pezzi i vecchi laboratori dove, in parte, ci lavoravano i vecchi artigiani.
    Ho visto con i miei occhi, almeno tre/quattro anni fa – o forse più, non ricordo – lo stato di degrado degli edifici e ho ascoltato il lamentarsi delle maestranze! Parlai con alcuni scultori, già increduli per situazioni ambigue o ”poco chiare”. Furiosi per mancanza di materiale, senza il quale non plasmi né crei. Si dovevano ingegnare utilizzando gessi in disuso, provenienti da scenografie di film già girati. Solo le loro mani potevano compiere certi ”prodigi”… E pensavo quanto fosse straordinario riuscire a creare una realtà nuova lavorando lo scarto, con il dappoco.
    Questo è l’uomo d’ingegno – per me. [Intanto poteva accadere che nei laboratori saltasse la luce!...][La luce si limitava a saltare una volta al giorno? Naturalmente, no]
    Impossibile restarne indifferenti.
    Mi chiedo, rileggendo il bellissimo estratto su Moravia dal libro di Plinio Perilli – ”Roma/Amor” – quanta indifferenza *dobbiamo* sopportare, quanti abusi, quanti soprusi… Tutti interiori, tutti contingenti, tutti umilianti.

    Perché Abete & Company non investono sulla Storia?

    Carenza, ignoranza e stupidità: tre in uno: modello ”italian style” [origine antropologico-culturale DOC].
    Politici. Bancari. Manipolatori della forza-lavoro. Volontari pagati. Lavoratori precari. Precarietà perduta. Licenziamenti. Conseguenze. Violazione articoli costituzionali. Poltrone usurate. Aule parlamentari-dormitorio. Una stanza tutta per sé. Chi fa da sé fa per tre: tre in uno, appunto. Tangenzie: agenzie particolari… Corruzione. Tangenti. Denaro che viene, denaro che va. Intercettazioni [con varianti]. Un corpo che brucia. Fame. Conseguenza licenziamenti: un corpo che brucia e muore. Morti bianche. Morti e basta. Negozi chiusi. Funerali. Sanità insana. Tagli. Istruzione. Ancora tagli. Cultura. Requiem. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa. E’ acqua e passa.
    Mamma Roma. Mamma Italia.
    Povera patria.

    E’ acqua e passa

    *
    Nina Maroccolo, 4 settembre 2012
    Nota:
    “E’ acqua e passa”: battuta della scena finale di “Mamma Roma”, rivolta ad Anna Magnani da un povero cristo di periferia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...