Don Tonino Bello/Edizioni Accademia di Terra d'Otranto/Festival Il Montesardo/Poesia/Poeti per don Tonino Bello

LA VERSIONE DI GIUSEPPE – Poemetto per don Tonino Bello (Festival Il Montesardo)

Mela, Mario Iral

FESTIVAL IL MONTESARDO – Musica Antica, Teatro e Poesia –

Dodicesima edizione, 2011

Regione Puglia, Città di Alessano, Accademia di Terra d’Otranto

Direttore artistico: Doriano Longo

31 AGOSTO – Piazzetta Santa Maria del Foggiaro, Alessano (Lecce), ore 20.30

LA VERSIONE DI GIUSEPPE – Poemetto per Don Tonino Bello

Lettura di Ippolito Chiarello con musiche di Rocco Nigro (fisarmonica)


*

“Chi sa che qualcuno, complice la poesia, non venga più facilmente indotto a cambiare genere di vita.”

don Tonino Bello

Ippolito Chiarello legge, sulle note della fisarmonica di Rocco Nigro,  La Versione di Giuseppe – Poeti per don Tonino Bello (Edizioni Accademia di Terra d’Otranto, 2011), poemetto ispirato a La carezza di Dio – Lettera a Giuseppe (1987) di don Tonino Bello.

Testi di Cristina Bove, Doris Emilia Bragagnini, Simonetta Bumbi, Marilena Cataldini, Anna Costalonga, Fernando Della Posta, Margherita Ealla, Annamaria Ferramosca, Fernanda Ferraresso, Giancarlo Locarno, Abele Longo, Domenica Luise, Malos Mannaja, Nina Maroccolo, Vincenzo Mastropirro, Antonella Montagna, Stefano Giorgio Ricci, Antonio Sabino, Iole Toini, Pasquale Vitagliano, Carmine Vitale

Introducono la serata:

Agostino Laganà (Consigliere delegato alla cultura, Comune di Alessano)

Abele Longo (Middlesex University, Londra)

*

Ippolito Chiarello

http://neobar.wordpress.com/2011/05/09/ippolito-chiarello-fanculopensiero-%e2%80%93-stanza-510-2/

Rocco Nigro

http://www.orchestrina.it/orchestrina/Rocco_Nigro.html

About these ads

37 pensieri su “LA VERSIONE DI GIUSEPPE – Poemetto per don Tonino Bello (Festival Il Montesardo)

  1. e sono la prima? Bene, subito le congratulazioni a tutti coloro che si sono prodigati in questo allestimento, a chi ha scritto e a chi riprodotto, a chi leggerà e porterà la voce che ancora non ha smesso di dire, portandosi ora qui ora là, nel legno di ciascuno.Complimenti ad Abele per tutto il lavoro di promozione revisione e produzione, nonché per l’allestimento:tutto questo mostra la sua passione e la scelta del suo fare, del suo voler portare e farsi egli stesso un mezzo affinchè questo avvenga attraverso tutti quanti hanno collaborato con lui. Un abbraccio a tutti e un grossissimo in bocca al lupo. Ringraziandovi. ferni

  2. Cara Ferni, questa nostra esperienza va via via arrichendosi, al di là dei nostri contributi, la scultura di Mario Iral e l’immagine in copertina di Malos, penso alla lettura che ne farà Ippolito Chiarello con la musica di Rocco Nigro. E ci auguriamo naturalmente tanti altri eventi ancora. Parleremo molto presto del libro. Ciò che vorrei aggiungere è che il progetto molto deve a mio fratello, Doriano, e a Nadia Esposito, la gentile consorte, per tante ragioni e anche per aver di fatto “messo insieme” il libro che ora stanno seguendo nella fase di stampa (so che lo dico da tempo, ma questa volta è proprio vero: “ci siamo quasi”). A loro e a tutti voi, un grazie grande grande. Abbiamo lavorato con grande intesa ed affiatamento. Al di là dei nostri meriti, che lasceremo valutare ai lettori, sento che don Tonino ne sarebbe stato contento.

    abele

  3. Sono particolarmente emozionata per questa pubblicazione. Prima di tutto un doveroso grazie (sentito) ad Abele per aver ideato il progetto, per tutta la cura prodigata nella disposizione e coordinamento dei dettagli ma, soprattutto, aver pensato anche a me per parteciparvi. È stato un evento speciale questo e chiunque leggerà il libro lo scoprirà man mano, dalla prima all’ultima pagina. Grazie a tutti quelli che hanno aderito e partecipato, ho letto l’anteprima tutta, siete stati meravigliosi.

    Doris

  4. Grazie. Grazie (senza buonismo). Abbiamo realizzato una testimonianza di cultura attiva e collettiva. Senza essere legati ad alcuna “casa”, ma costruendone una propria mettendo su, mattone dietro mattone, un piccolo ma solido edificio di talenti e sensibilità. Il merito sta nell’anima di Abele, ma anche nelle braccia pensanti di suo fratello Doriano (non a caso musicista) e Nadia (non a caso pittrice). E gli altri? Sono fiero di stare con loro.
    PVita

  5. mi aggiungo anch’io alla felicità del grazie. è sempre il “fare insieme” che fa intenso un cammino. prendere l’avvio da una voce limpida e seguirne la scia, senza ombra di ego.
    è stata questa l’idea di Abele, che ha ben compreso come “si costruisce” cultura: in una bottega collettiva. insieme a Doriano e Nadia con il loro grande silenzioso fare, noi tutti qui con-mossi sperando di dilatare quella inimitabile voce.
    annamaria

  6. Sono rimasta molto toccata dalla frase solo apparentemente semplice di don Tonino Bello: “Chi sa che qualcuno, complice la poesia, non venga più facilmente indotto a cambiare genere di vita”, è vero, la poesia ci rende migliori, procura aneliti che non supponevamo, voglia di salire e oltrepassare i panorami conosciuti, coraggio nell’arrampicata anche quando mancano gli appigli: è un miracolo dello spirito umano, che ritrova la sua innocenza sotto la scorza. È vero, quella noce è dura all’esterno, ma poi dentro è soave e nutriente. Tocca a chi ha capito un bene tanto grande, con dolcezza, pazienza e verità, fare accostare gli altri, rendere appassionante lo studio necessario per attingere un certo possesso della parola sfuggente e la comprensione dei barlumi poetici saliti dal molto profondo discernendoli dalla zavorra costruita e scoraggiante. Sembra facile scrivere poche parole e invece meno sono le parole e meno è facile, ma non importa, il dono c’è e cresce. Essere tutti “insieme” è un aiuto notevole vicendevole. Vi auguro tanta poesia: io me ne sento stracolma e ridondante.

  7. Onorato di far parte di così lieta e gradita compagnia e un grazie grandissimo ad Abele per tutto l’impegno, la cura e l’attenzione che ha posto in questa “sinfonia” che penso suonerà splendidamente, di salone in salone, di teatro in teatro, di piazza in piazza, anche perché è il primo caso di sinfonia che fornisce direttamente tutta l’acustica :-)

  8. ci sono tante strade, ma un solo bivio.
    scegliere le difficoltà è disumano, ma rende l’animo umano consorte, e tutto è focolare di famiglia.
    ed è questo calore, che si sente, qui.
    e siamo eco, di ciò che non comprendiamo.
    siamo nessuno, eppure il richiamo di qualcuno, ci fa sentire tutto.
    bello, esserci. e sono contenta, che la morte non m’abbia voluta.

    grazie, a quella prima mano, che mi fa ringraziare tutti.
    vi abbraccio forte, col cuore.

    simy

  9. …facile dire grazie ad Abele, Doriano & co. ma è cosi.
    è una collettiva di belle persone, di scritture e contenuti profondi …e poi don Tonino per TUTTO e su TUTTO
    ciao
    v

  10. non ci conosciamo…non abbiamo mai consumato un caffè assieme…non conosciamo le note delle rispettive voci ma…ma la magia di un grande Uomo ci ha uniti attorno ad un grande progetto…
    La poesia. Il miracolo poesia attecchisce nei terreni più inattesi…
    Un grazie, enorme, al mitico Abele ed ai meravigliosi compagni di viaggio…primi fra tutti Doriano e Nadia…
    buona vita a tutti!

  11. è una esperienza che va molto al di là delle mie aspettative, e tutto è dovuto alla lungimiranza di Abele.
    Questo mi fa pensare che, quando un progetto parte già da un’idea di un uomo che segue orme di un altro Uomo la cui parola ha cambiato nei secoli le coscienze, allora c’è da aspettarsi il meglio, e le vie che si aprono da sole alla realizzazione sono infinite…
    grazie, con tutto il cuore, a Don Tonino per aver ispirato, ad Abele per aver realizzato, a tutti coloro che hanno preso parte o parteciperanno a questa bellissima avventura.
    Viva tutti!
    cb

  12. Pingback: LA VERSIONE DI GIUSEPPE – Poemetto per don Tonino Bello (Festival Il Montesardo) « FERNIROSSO webBLOCK

  13. Pingback: La Versione di Giuseppe « La dimora del tempo sospeso

  14. Pingback: LA VERSIONE DI GIUSEPPE – POETI PER DON TONINO BELLO « TERRE IMPERVIE

  15. Pingback: Don Tonino Bello: i poeti lo ricordano con un volume | Spiritual Seeds

  16. Pingback: Nobell.it – Il portale degli Animatori della Cultura e della Comunicazione » Blog Archive » Don Tonino Bello: i poeti lo ricordano con un volume

  17. Splendidi poeti, ho appena letto il poemetto! Sono entusiasta, complimenti, si può fare tanta strada insieme con la poesia (sì, la poesia) di don Tonino Bello, sorriso ecumenico, mano grande che ha saputo accarezzare molte anime.

  18. Pingback: NEOBAR Abele Longo «

  19. Pingback: Libra e PoEtica « La Libreria Libra

  20. Pingback: NEOBAR Abele Longo « Associazione PoEtica

  21. Ecco, scopro a ottobre questo post che risale a quei difficili giorni d’agosto.
    Ringrazio Abele, i ragazzi di Neobar, per la possibilità d’esserci ritrovati e risalito lo stesso percorso con grande partecipazione, passione e coralità.

    Considero questa iniziativa un viaggio.
    Il battesimo è stato una carezza, una lettera, la nostra individuale risposta. Passo dopo passo.

    Un abbraccio collettivo, e un grazie sentito a Loredana…

    Nina*

  22. Pingback: E ancora cammina…cammina …cammina! | CARTESENSIBILI

  23. Pingback: E ancora cammina…cammina …cammina! Amici e poeti per D.Tonino Bello | CARTESENSIBILI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...